Editoriale

“Non esiste nessuna situazione nella vita che sia priva di un autentico significato. Questo perché anche gli aspetti apparentemente negativi dell’esistenza umana, e soprattutto quella tragica triade che consiste di sofferenza, colpa e morte, possono trasformarsi in qualcosa di positivo, in un servizio, a condizione che gli si vada incontro con l’adeguato atteggiamento e disposizione”.

Queste parole di Viktor Frankl (1980) ci mettono di fronte a una grande sfida, perché non è possibile dire che nascono da un’ispirazione lontana dalla realtà, visto che provengono da una persona che ha vissuto una drammatica esperienza durante l’olocausto. È per questo che sono necessari “l’adeguato atteggiamento e disposizione” che abbiamo di fronte alla realtà, ancora di più quando cominciamo un nuovo anno pieno di propositi e idee sia personali, dell’organizzazione, o della comunità, in un Paese come il Venezuela, nel quale non possiamo allontanarci dalla difficile situazione che stiamo vivendo.

Da questa affermazione sorgono due domande chiave: Come conservare l’atteggiamento adeguato di fronte alla realtà? E in che modo si può trasformare tutto questo in qualcosa di positivo?

Senza pretendere di esaurire la risposta, vorrei sottolineare due aspetti da tenere in considerazione: il primo è che il punto di partenza è la stessa realtà, da osservare più come alleata che come una rivale da sconfiggere; perché «la realtà è più importante dell’idea. 
Esiste inoltre una tensione bipolare tra l’idea e la realtà. La realtà semplicemente è, l’idea si elabora. Tra le due si deve instaurare un dialogo costante, evitando che l’idea finisca per separarsi dalla realtà», papa Francesco, Evangelii Gaudium, 231. Per questo, in una realtà tanto drammatica e mutevole come la nostra, è necessario che le nostre idee (progetti, programmi…) non siano statiche, inflessibili e impositive, ma che sorgano come risposta e servizio alle necessità che sono più urgenti nella nostra società.

In secondo luogo, è importante comprendere che anche se diamo il meglio di noi stessi, la volontà dell’uomo è limitata, e per quanto proviamo a mantenere l’atteggiamento più corretto, si arriva a un punto in cui è inevitabile fare i conti con l’alterità.  Questo ci mette chiaramente di fronte al valore dell’altro, dal suo bisogno fino alla sua capacità come compagno di un cammino, collaboratore o maestro per fare insieme dei passi che permettano di offrire risposta alle provocazioni che la realtà presenta. La sfida è lavorare e costruire insieme ascoltando l’Altro, che è colui che può dare un senso non solo alla nostra vita ma a tutta l’esistenza in una forma gratuita. 

Quello che prima era ferito,
quello che prima era spezzato,
quello che aveva lasciato un segno.
Non fa più male,
Perché la Grazia crea la bellezza
Con le cose brutte. 
(U2, Grace)

Alejandro Marius

Festa di fine anno all’insegna di Trabajo y Persona

Tra familiari, amici, cibo e una video conferenza con i fondatori di Piazza dei Mestieri in Italia, i protagonisti dei programmi portati avanti da Trabajo y Persona hanno salutato l’anno 2017 in un giorno in cui la collaborazione non ha smesso di essere l’attore principale. Grazie alla Heladería Artesanal Fragolate e all’ Hotel JW Marriott per fare di questo incontro un momento di ispirazione per tutto il team!

L’incontro con gli amici di Piazza dei MestieriIl

29 novembre si è svolta all’Hotel JW Marriott una video-conferenza tra il team di Trabajo y Persona e i fondatori di Piazza dei Mestieri in Italia, durante la quale un dialogo amichevole, sulla storia, la contemplazione e il fare delle persone ha ricordato l’inizio dell’Asociaciòn che, come per loro, cerca di mettere la persona al primo posto, per offrirle poi un’opportunità di crescita umana e professionale attraverso la formazione professionale.

Pechakucha Nigth Caracas: idee per costruire un Venezuela migliore
La settima edizione del Pechakucha Nigth Caracas si è svolta il 12 dicembre nell’Aula Magna dell’ Universidad Católica Andrés Bello a  beneficio del programma “Beca a un pana”, della stessa università per le borse di studio. Ha visto la partecipazione di 7 iniziative indipendenti che trasformano la realtà in Venezuela, come, tra gli altri: Dátiles para la Paz1001 Ideas para mi PaísCascos Verdes UCVApetoiLa Escuela de HumorSanta en las Calles, y Trabajo y Persona, così come le presentazioni di  Ingrid Serrano y Willy McKey

> La nostra diplomata di Emprendedoras de la Belleza, Mariana "Mafalda" Pérez, sta esercitando come parrucchiera a Barcellona, Spagna, dove attualmente risiede; inoltre, condivide racconti della crescita all’estero nella suo sito internet.

- 29 gennaio: presentazione dei progetti dell’Unione Europea approvati nell’anno 2017.

En Italiano: Las Buenas Noticias de Trabajo y Persona – Diciembre 2017

Deja un comentario