Editoriale

La realtà si impone in una maniera drammatica, in cui siamo spettatori e protagonisti di una crisi senza precedenti durante la quale nessuno può nascondersi, perché anche restando a casa dobbiamo fare i conti con ciò che stiamo vivendo.

Però, è la prima volta che ci troviamo in questa situazione? Come individui e come esseri umani abbiamo sopportato periodi difficili in cui anche il dolore ha permesso che emergesse il bene. L'umanità ha attraversato pestilenze, guerre, caduta di imperi, grandi catastrofi naturali e ha avuto la capacità, non solo di crescere, ma di valorizzare il positivo, di cambiare e di costruire.

Quando i nostri piani vengono cambiati, viene in mente la frase che Shakespeare mette in bocca all'Amleto: "Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia".

La realtà si impone sulle nostre idee e sui nostri sogni, e permette, non senza dolore, di generare nuove idee e modi di vedere le cose, se siamo fedeli al contraccolpo che produce su di noi. Come imprenditore sociale non posso negare l'impotenza di non poter fare di più per la mia famiglia, i miei collaboratori, i miei amici e in generale per le persone; ma questa realtà è così potente che risveglia in me molte domande:

Come vivranno le persone che vivono del lavoro quotidiano? Siamo di fronte a un'imminente recessione globale? Quale sarà l'impatto sul lavoro durante e dopo il codiv-19? Come possiamo continuare a educare al lavoro in un paese dove la connessione e i trasporti sono limitati?

Siamo costretti a fermarci e a ripensare a tutto, dal modo in cui ci relazioniamo l'uno con l'altro, al nostro lavoro e a come ci prendiamo cura della nostra casa comune. L'abate Lepori dice: "Fermarsi significa trovare il presente, il momento che ci viene chiesto di vivere ora, la vera realtà del tempo, e quindi anche la vera realtà di noi stessi, della nostra vita”.

È il momento dell’essere per guardare il fare, e per scoprire l'essere all'interno di ciò che facciamo. È il momento di scoprire il contributo che ciascuno di noi dà al mondo, dal valore dell'esistenza di un malato in ospedale che prega per tutti, alla persona che deve stare a casa, ai gesti di solidarietà e di aiuto a chi ne ha più bisogno in questo momento.

Il nostro lavoro (il fare della nostra vita) è più libero, più creativo, più partecipativo e più solidale se parte dall’autocoscienza dell’essere, qualcosa di un altro mondo che può dare un senso al passato, al presente e al futuro della nostra vita, ed essere fonte di speranza; perché, come dice Julián Carrón, "solo quando in noi domina una speranza fondata siamo in grado di affrontare le circostanze senza fuggire".

 
Alejandro Marius

Abbiamo preparato un rinfresco di beneficenza per i nostri collaboratori di Carúpano

Il 1° marzo abbiamo offerto un rinfresco di beneficenza per tutte le persone e le istituzioni che sono legate ai progetti che sviluppiamo nella città di Carúpano, Edo. Sucre. L’evento si è svolto presso l'Hotel Eurocaribe Internacional, durante la visita dell'Ambasciatore italiano in Venezuela, Plácido Vigo, e ha visto la partecipazione diretta delle Emprendedoras del Chocolate (Imprenditrici del Cioccolato), diplomate del programma Venezuela Tierra de Cacao, e delle Emprendedoras Gastronómicas (Imprenditrici Gastronomiche) diplomate del progetto Emprendimiento y Nutrición – Gastronomía360 (Imprenditorialità e Nutrizione - Gastronomia360), che hanno deliziato i presenti con i loro pasti e dolci, lasciando una traccia significativa in tutti gli amici che ci aiutano a formare Protagonisti del Bene Comune.

Abbiamo fatto diplomare imprenditrici Diplomado en Emprendimiento Chocolatero (Diploma in Imprenditoria del Cioccolato) a Mérida.

Il 6 marzo abbiamo effettuato la consegna del Diplomado en Emprendimiento Chocolatero, tenutosi nell'ambito del progetto Venezuela Tierra de Cacao, in  collaborazione con l'Università di Los Andes (ULA), e nel quale 26 imprenditrici sono state protagoniste completando con successo la formazione. Alla celebrazione hanno partecipato rappresentanti dell'ULA, Chocolates Cayré, CEVAM, Coral Universitaria FACES e Trabajo y Persona, oltre ai familiari e ai media locali. A conclusione dell'attività, i presenti hanno assistito alla prima della "Tonada del Cacao", composta dalla diplomata Virginia Davila. Vedi le foto.

I nostri imprenditori si reinventano

Il 31 marzo si è tenuto il forum di chat "Trucco per le occhiaie", tenuto dalla diplomata dell'ottavo corso di Emprendedoras de la Belleza – Belleza por un Futuro (Imprenditrici della Bellezza - Bellezza per un Futuro), Maussa Ivimas, e seguito dal nostro team di Accompagnatori. L'attività è durata due ore e ha riunito i diplomati di Cuidadores360, Emprendedoras del Chocolate e Emprendedoras de la Belleza - Belleza por un Futuro, che hanno osservato come un'attività di questo tipo possa essere svolta attraverso un mezzo come WhatsApp e l'hanno adottata come strumento per aiutarli a potenziare il loro business in questi tempi complessi.

Continuiamo a impegnarci per contribuire al bene comune

Durante queste settimane di quarantena, condivideremo le proposte di formazione con diversi mezzi con il percorso #YoTrabajoEnMí #YoTrabajoEnCasa #YoTrabajoPorElBienComún, con  l'intenzione di aiutare a trasformare questo momento di difficoltà in un momento per valorizzare, apprezzare e coltivare la nostra conoscenza e il nostro essere. Ora più che mai ci sentiamo chiamati e impegnati ad accompagnare chi ci circonda, perché, anche se cambia il nostro modo di relazionarci, il nostro desiderio di condividere e di educare continua a crescere.

- María Morales, diplomata del programma Emprendimiento y Nutrición – Gastronomía360 (Imprenditorialità e Nutrizione - Gastronomia360) a El Tocuyo, ha sviluppato la sua impresa "Delicias de la Nonna" (Delizie della nonna), che produce melanzane sottaceto e dolci italiani. Durante questi giorni di quarantena nazionale, ha prestato servizio a domicilio, rispettando gli standard suggeriti dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), e mettendo in pratica le conoscenze acquisite nel campo della manipolazione degli alimenti

-María de los Ángeles Castañeda, diplomata del Emprendimiento y Nutrición – Gastronomía360 (Programma Imprenditorialità e Nutrizione - Gastronomia360), di El Tocuyo, ha avviato un'attività che consiste nella vendita di crocchette di pollo da friggere. Il prodotto è offerto in vassoi da 12 a 24 unità, ed è già distribuito in alcuni negozi!

- Dal 9 al 13 marzo, la Emprendedora del Chcolate (Imprenditrice del Cioccolato) Elizabeth Villamediana, diplomata del programma Venezuela Tierra de Cacao, ha svolto uno stage. Durante lo stage, Elizabeth ha aggiornato la sua conoscenza delle dinamiche e del processo di produzione in serie.

- Il 13 marzo, i diplomati di Conduciendo tu Futuro (Guidando il tuo Futuro), David Torrealba e José Tigrero; di Emprendimiento y Nutrición-Gastronomía360 (Programma Imprenditorialità e Nutrizione - Gastronomia360), Silvana Rondón, Frine Guzmán, Migdalia Márquez, Milexi Meriño e María Hernández; e di Emprendedoras del Chocolate (Imprenditrici del Cioccolato) del progetto Venezuela Tierra de Cacao, Yoisi Lugo e Elizabeth Caraballo, hanno partecipato al workshop Principales tributos aplicables a emprendedores (Principali imposte per le imprese), tenuto da KPMG di Valencia. Gli imprenditori sono stati attenti e coinvolti per tutta la giornata, apprendendo quante più informazioni e consigli per rafforzare e legalizzare le loro imprese, offerti dai tutor Ivonne Diaz e Klarismar Perez.

- Marleibys Rivas, diplomata al corso breve di Guatire del progetto Tierra de Cacao del Venezuela, ha svolto il suo stage presso il laboratorio di Mantuano Chocolate dal 9 al 13 marzo. In questo periodo ha imparato le tecniche di fabbricazione delle tavolette di cioccolato dal maestro Giovanni Conversi.

- La diplomata del primo corso di Emprendedoras del Chocolate (Imprenditrici del cioccolato) di Bailadores (2015), Marisol Sanchez, vende cioccolata calda, fatta con cacao dello stato di Tachira, che è stato messo in vendita in una salumeria situata sull'autostrada, via "La Fria". 

- La diplomata del terzo corso di Emprendedoras del Chocolate (Imprenditrici del cioccolato) di Invecapi (2015), Maria Pineda (@maguizcakes), ha potuto rifornirsi durante la quarantena in collaborazione con i fornitori e offre servizi di consegna a domicilio. Suo marito fa le consegne a domicilio protette da maschera e guanti, come raccomandato dall'OMS.

- La diplomata dell'ottavo corso di Emprendedoras de la Belleza – Belleza por un Futuro (Imprenditrici della bellezza – Bellezza per un futuro), Tiffany Moncada (@tiffacademia), come risposta di emergenza alla quarantena, continua ad offrire le sue conoscenze a tutti gli spettatori attraverso "WhatsApp class". Le lezioni virtuali, ma in tempo reale, sono rivolte a tutti i pubblici e comprendono una certificazione digitale.  Ad oggi, ha condotto: Sopracciglio iniziale A, sopracciglio iniziale B, stiratura e trucco professionale delle sopracciglia e arricciatura delle ciglia.

- La diplomata dell'ottavo corso di Emprendedoras de la Belleza – Belleza por un Futuro (Imprenditrici della bellezza – Bellezza per un Futuro), Maussa Ivimas (@maussa_ivimas), sta facendo dei tutorial di bellezza, supportati dal social network YouTube. Il suo obiettivo è quello di creare un account su Instagram per pubblicare i suoi progressi e il suo lavoro nel campo della bellezza.

In Italiano: Las Buenas Noticias de «Trabajo y Persona» – Marzo 2020